Un umano e…un cane…

Il grido dell’ampiezza

sembra denso di simbiosi

con quell’afferrar,la pace

oscurata dal dolore

quando perdi amore puro

nell’intreccio d’anime

un umana ed un semplice cane

così legati da sentimento

che tra umani non può esistere.

Non c’è tra noi più

la gratuità della dolcezza

lo sguardo di languido perdersi

in un parloso invisibile

che ora…mi manca dentro

nel baratro di mancanza

quando non c’è più ritorno.

Eppure ancora ascolto

la sembianza del tuo amore

così per me totale

nello scegliere d’amarci

e di farci forza insieme

tu ed io…Perla mia

tu ed io…infinitezza regalata.

Grazie per ciò che hai trasferito

con quella sola anima posseduta

che non potrà ogni volta a pensarti

che…benedire la tua esistenza

nel non lasciare dubbio alcuno

di quanto tra noi c’è stato

ed era amore che rimarrà in me…

  (275)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag