18 novembre 2….

Nella poliedrica immagine

delle persone guardate così

giusto per capire il nascosto

il segreto d’ognuno è visibile.

Per me che prendo l’anima

e di tutto apro oltre il visivo

che si può accettare

io m’accorgo che la luce interiore

…apre le porte

e…dal nascosto ritrovo l’essenza.

Per me già avanti nel percorso

avuto da chi era prima di me

immergo la mia carezza soffice

…come leggera farfalla

accartoccio questa sensazione

e fuggo perchè è grande.

A volte l’Universo è già dentro me

tento di dire a parole

questo afferrare l’irreale

che è così ficcato dentro me

che non si esprime tanto è lì

fra me e l’azzurrità

fra me e il volo

fra me e il vento

fra me e il blu

nelle tonalità tutte della vita

mentre intorno afferro morte

e del mondo vedo e scappo

anche da me scappo

e vorrei capire per dare il messaggio… (270)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag