Che s’espande…

La, gratuità d’un sogno

è così poco apprezzata

forse perchè abituati

a quel non sperare mai

che proprio sogno è

…andare avanti

senza fossalizzarsi nelle reti

di quegli artigli amari

viscideria del passato

che tenta sempre d’avvilire

chi è invece proiettato avanti.

La, gratuità dei gesti

è così anch’essa impoverita

quasi in quel dovuto

che disprezza l’avere

più di quanto si crede

…di meritarsi ognuno

in quel concetto strano

di non esser degni persino

d’una carezza o una dolcezza

a volte naturali nell’ampiezza

proprio della consistenza.

La, gratuità d’un sorriso

è la predisposizione gioiosa

dentro lo sguardo ampliato

nel particolare amplesso sentito

col creare poi…espressione

che collima con altra gratuità

di cui t’accorgi e ascolti

la diffusione dentro

che…s’espande al fuori…

  (300)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag