D’un triangolo…

Lo scorcio d’un triangolo

dove al vertice ci sono io

s’apre nei cateti lati

verso l’infinito vertice

che arriva nel lontano

dove non è più visibile

la forza precisa

di quei lati guida

che s’affacciano dentro

…l’infinito d’una scia

riempita di scintille

che sembrano stelle della terra

congiungenti al cielo.

Convergono nell’ampia

consistenza di oltre

che non è più quel triangolo

simbolo di perfezione

simbolo di barriere

perchè espande di se stesso

altre e altre geometrie

in un numero infinito

che non ha densità conosciuta

di quanto non c’appartiene.

Inverosimile che rende

la non idea dell’infinito

mentre carica di sguardo

mi affascino dentro meraviglia

d’aver capito forse

la dimensione del nulla…

  (318)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag