C’è un incendio…

C’è un incendio

tra le montagne vicine

e…l’aereo panciuto

vira la sua meta

sulla cresta d’acqua

riempendosi tra litri tanti

che servono a spegnerlo.

Gabbiani impauriti

dal fragore dei motori

scappano dal cielo

verso i nidi ben nascosti

per proteggere la prole

così curata d’amore naturale

che quel fragore spaventoso

crea confusione esistenziale

per quell’aggeggio rumoroso

che potrebbe essere pericoloso.

Spavento li fa fuggire

ed ora sono due gli aerei

che compiono velocemente

il compito di spegnimento.

Alti…grossi e rumorosi

incutono solo a me

un rispetto di mestiere

che cerca di pareggiare

l’incuria magari

…d’un mozzicone

che non spento appicca fuoco

a sterpaglie abbandonate

che si trasformano nel subito

in quel fuoco da spegnere velocemente… (165)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag