Il carrello…

Come un carrello

prendiamo ciò che non è

rendendolo ciò che è

e…come facendo acquisti

compriamo l’inutilità.

Quanto acquistare

che non serve a qualificare

nè la quantità..nè la qualità

…di te stesso.

Con la scadenza poi che dire

come prodotti…scadiamo

…nell’età superata

…nella potenza d’esistere

in quella …adeguata busta poi

si mettono le cose che si rompono

e…quelle che si possono ammucchiare.

Come un carrello

rendiamo la vita ricca o no

e…dalla spesa capisci chi sei

…solo prodotti da consumare

…solo un intreccio diabolico

come quella pubblicità bombardante

stabilente ciò che è bello o brutto.

Carrelli che vanno e vengono

tra sopravvivenza od opulenza

mentre c’è la borsa che scende

e…il danaro costa.

Carrelli che sarebbero qualcosa

se avesse senso

spendere l’umanità

attraverso ciò che è

non ciò che…non è…

  (255)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag