Eccomi!

Finalmente … eccomi

è un “eccomi “pieno

…ed è di me

tinteggiata d’alba

che raggiunge dopo l’oscurità

…il giorno da vivere

con l’anima inchinata

all’emozione che sorge

dinnanzi all’infinitezza

che percorre nella simbiosi

l’unione che afferra

quella lacrima gioia

così piena che è meraviglia.

Il canto d’uccelli festosi

il mare ancora ghiacciato

il sole che sorge dietro

il verde che dispiega colore.

Il pendio scivola morbido

a raccogliere unione di sè

col mare fluttuante d’onde

nel sembrare persino inseguite

dalla frenesia d’esserci.

Mostra il creato…bellezza

d’unione profonda con altro

che ascolti sommergerti

quasi prostrato nell’ignoranza

quella che distrae soltanto

da ciò che ognuno è per sè

…spettacolo di vita

che chiama così tacitamente

nel sussurro bisbiglio

quello che devii da dentro

per doverci far conti

ogni volta che fuggi

ogni volta che non ascolti

per svanire l’attimo tuo

quasi tralasciato apposta

mentre eccomi è il grido

sì…proprio grido per te…

  (283)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag