Così te…

Infinito che

…m’accarezzi di te

…m’abbracci di te.

Mi svegli di vita

…ogni volta che sei

così premura per me

portandomi doni

nelle manciate d’Universalità

che si condensano magicamente

in ciò che sei semplicemente.

Mi abbracci avvinghiato

come un polposo richiamo

soffuso…ma è lì

a rischiarare cammino

nell’invisibile che è in te

quasi più mio che…l’odo

che tuo che…lo porgi

nella dismisura che unisce

il grande ed il piccolo

che rende solo l’armonia

d’esistere ancora e di volerlo

per arrivare ancora a domani

ed udirne l’amore.

Colma di te…t’aspetto

colma di te…so che ci sei

colma di te…ti voglio per me

nell’egoismo d’avere forse

la bellezza che sei nell’istante

quando il mio sguardo…è te

quando il mio viso…è te

quando le mie mani stringono

…l’invisibile…così te. (238)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag