Tra le mie braccia…

Vorrei tante volte

un solo grande regalo

…che la parola

potesse veramente

…resuscitare

il cristallo interiore.

Vorrei troppe volte

…un altro regalo

senza carte colorate

…fruscianti

ma…nudo di bellezza

in quel saper parlare

dicendo…attraversando me

dicendo…attraversando sillabe

quanto…ogni minuto vissuto

è…respiro d’altro

è…infinito reso piccino

come un neonato che cresce

prima…dentro una pancia

e poi…con dolore esplode.

Vorrei essere

come quella madre che

…guardando il frutto di sè

…se tutto è a posto e sa

..c’è tutto…gli occhi…le mani…il viso

ecco…sa d’aver dato al mondo

…un essere umano nuovo

provando in quella felicità

…di vita nuova

la gioia di aver dato…amore.

Ecco…vorrei davvero cullare

…quel bambino nuovo

come fosse…il mondo

lì…tra le mie braccia stretto. (114)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag