Quando sei nato…

Amare ascoltando il dolore

infliggendo tu stesso la spada

che affonda a tagliare

ch’estirpa il radicato

dentro quel bimbo ora adulto

che si piange il perduto

quasi fosse ora presente

quell’incisione avvenuta

quando sei nato persino.

E’ il dolore d’amare

quello strappo guaritore

che si perpetua in ognuno

quando morti alla vita

non s’ha piu’ il coraggio

d’esser di colpo ancora piccini

e piangere tanto dentro paura

d’esser solo e solo

nell’ingiuria d’esser vivo

mentre in realta’ sopravvive

solo mancato di compassione

per te stesso…per chi ti ama

per chi sente quanto di te e’

la meraviglia dell’onorificante

sicurezza di porgere dolce

la ferita…l’ultima capace d’essere

tutto cio’ che merita essere

quel grido ormai vicino tanto

che ti fa crescere all’improvviso

mentre ascolti la tua anima

che sussurra amore…quello per te…

  (185)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag