Quando ascolto…

Quando ascolto il dolore

invisibile ma…è lì

che…vibra nei cuori

di quanto è ferita

ho sempre rispetto

perchè…quella devastazione

…flagellante che dilania

è ciò che farà crescere.

Dalle perdite…quelle d’insidia

di coltellate e bombe…morte

si cerca un perchè d’umano

che non c’è per quel non capire

…dove e cosa è…quella livella

che pareggia i conti d’ognuno.

Non educati a capire la morte

giriamo impazziti di trottola

e…più aumenta il giro…quel giro

…nella forza di rabbia che imprimi

…più la visuale impressa

di volti…di passato che vorresti scolpire

ecco…sbiadisce.

Deve sbiadire e…diventare altro

nel passaggio del presente

che deve essere futuro…

Il presente è cercare di far pace

…con se stessi

con persino… credere a volte

…di meritarsi dolore

e …fustigarsi d’espiazione.

Il futuro è cercare la speranza

…con se stessi

con il condividere presente

a passetti…giorno per giorno

costruendo se stessi…rallentando

quel giro di forza impresso

…alla trottola

per vedere nello specchio di latta

…te stesso.

  (254)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag