ZITTA!

Zitta! Lo senti il silenzio

quello che fruscia

quello che tace

quello che e’.

Zitta! Lo senti li’

nel posto che vive

nel posto che apre

nel posto che e’ anima.

Zitta! Ascoltalo aprirsi

e’ li’ che percuote

nel profondo suo essere

l’apertura al fruscio

persino della luce che nasce

nel fondo del buio suo

mentre ti parla di semplice

mentre rimbomba la pace

persino nell’attimo pieno

mai vuoto di doni per te

nel grazie che sorge nascendo

insieme al fruscio che ascolti

della foglia che s’agita e danza

dell’anima che profonda e’ in te

mentre zitta l’ascolti

mentre zitta la sagomi

nel silenzio che rimane sorpresa

nel silenzio che apre il tuo sogno

mentre conosci la legge d’uguale

che rende poesia l’attimo preso

nel silenzio di te e del mondo

mentre il concerto inizia…

  (666)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag