Le sfide…

Sfidare il corpo

nelle imprese limiti

e’ nascondere l’anima

come se non ci fosse

come se non se ne volesse risposta

nel perfezionismo a forza

…dimostrando una tenacia

e scoprendo la paura d’altro.

E’ paura del subito dopo

e purtroppo del presente

caricato solo di sforzi atroci

al limite delle possibilita’ vere

sfidando un corpo

per non sfidare l’anima.

Nascosta e raggomitolata

renderle conto e’ sofferenza

renderle voce e’ troppo

quindi meglio fuggire

e cammini…e cammini…e cammini

quasi fosse quel corpo

la dimensione di perfetto

che e’ solo la scorza di fuori

vuota scorza che s’affloscia

per quanto vuoto avvolge.

E  cosi’…sorridono compiaciuti

quasi che facessero invidia

nel mostrare esteriorita’

che e’ vuotaggine d’assoluto

mentre alla dipartita

quel corpo si disfarra’

e l’anima sara’ purtroppo vuota…

  (416)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag