Delle ferite…

L’indubbio delle ferite

e’ cio’ che non si puo’ negare

nei giochi della personalita’

cosi’ empia d’ego e d’ombra

nella dismisura dei pensieri

nella piccolezza di cio’ che siamo

ogni volta che…subire

diventa vittimismo

mentre se infliggere colpi

rende l’idea della tua ombra.

E’ quel fantasma di te stesso

quella realta’ di nascondere

per quel vietarsi d’essere

quel che si e’ e basta

mentre impiegar tutta la vita

a nasconder se stessi

e’ il mistero inconcepibile

che non si riesce neanche a capire.

Quanto negato nell’accorgersi

d’esser persino vendicatori

mentre attraverso  colpire gli altri

affermiamo la nostra stessa pochezza.

E’ un insulso modo di reprimere

la natura d’ogni singolarita’

per quanto siamo…tanto altro

di fianco alla pochezza c’e’ la grandezza

di fianco al dolore c’e’ la gioia

di fianco al pensare c’e’ esser anime

cosi’…infinitamente sole…nell’insieme

che…non basta fingere per essere…

  (413)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag