Considerazione…lunga.

Nascere è violenza

…morire è violenza.

Nessuno accetta la morte

…nè chi se ne va

…nè chi resta a soffrire.

Non si sa cosa diventa

tutta questa energia vivente

e…ci si illude che c’è un dopo

considerando che l’illusione

…è l’oppio.

L’aldilà è un conforto

perchè nessuno è venuto

dall’aldilà cosiddetto

a dire se c’è davvero

quella giustizia a cui si aspira

quella pace desiderata

quella oasi d’appartenenza

che qui…sulla terra non c’è.

Vaghiamo come naufraghi

creando certezze effimere

creando altri esseri infelici

creando ingiustizia su ingiustizia.

Neanche l’amore riesce

a spezzare l’inutile viaggio

perchè intorno c’è indifferenza

perchè intorno c’è un andirivieni

senza senso andiamo…cerchiamo

corriamo…pensiamo persino.

Ci diciamo che l’esempio è importante

e..le favole persino

e…ci diciamo che siamo perfetti

e…ci arroghiamo diritti non nostri

lasciandoci portare come relitti

sull’onda dell’inutilità.

Amiamo senza sapere l’amore

senza capire il senso vero

quello che ti fa accettare il limite

quello che ti porta nell’inverosimile

…da pochi afferrato

da pochi sentito con dolore

perchè amare è dolore

anche quello è dolore

per l’inadeguatezza dell’umanità

quella che ti rende “umano”

e quindi…egoista e sporco

in un sentire che va oltre il dopo

in cui sei te stesso

…non più umano egoista e sporco

in un sentire che va oltre il dopo

in cui sei te stesso…non più umano.

Forse è solo l’amore

…l’unica verità l’unica concreta realtà

dare e dare attraverso la vita

che assume un significato

che può assumere un senso.

Amare oltre se stessi

amare con bontà e slancio

diventare bimbi nella spontaneità

nei gesti…nel porre così.

E’ la musica dell’uomo

…carezza dell’anima

che non si può insegnare

nè spiegare e che non si sa

…prendere.

Prendere se stessi e darlo così

e…ti senti vivo

e…ti senti reale

e…ti senti compreso

e…ti senti accettato

solo perchè dai…ricevi risposte

e allora…ti gusta vivere

e allora…ti riempi l’anima

come un respiro profumato

di bellezza pieno per te

e…per gli altri

e…gli attimi si colorano

…di luci sfavillanti

…di calore irradiante

…di musica soave

quando il cuore è lì

e lo senti battere persino

e forse il tuo cammino

comincia ad avere il senso

e…hai capito il senso

e…sei pronto ad accettare

anche la morte come continuo di te

perchè hai dato davvero te stesso

e allora…qualcosa resta

e allora…ha un senso il tuo passaggio

e…può darsi che c’è giustizia

forse c’è giustizia…alla fine del viaggio.

  (241)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag