Se si vuole…

Annegato nella dimenticanza

…perpetua il disonore

di non amarsi abbastanza

per cio’ che trasporta dentro

….di rancore…mai urlato

…di soprusi…mai perdonati

…di pianti…mai sgorgati

…di sogni…mai afferrati

quasi che quel mai vissuto

fosse cio’ che qualifica l’umano

quando perde l’opportunita’

di scegliersi la vita.

Ad ogni afferrabile proteso

messo li’ come scelta

l’abitudine alla vigliacchezza

impartita come imposizione

ormai radice profonda dentro

rende l’ottimale di cambiamento

impaurito e piegato su se stesso

per la disistima ormai radicata

di non credere mai che si puo’ essere

si’…si puo’…se si vuole…si puo’.

Quanta forza da costruire

per permettersi d’essere coerenza

per meritarsi d’esser dignita’

per colpire di meta un arrivo

che apprezza la tua di vita

in quell’unire che diventa volonta’

d’aggrapparsi a vita l’ultimo tratto

fino alla riva che t’accoglie…

  (451)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag