Invece…

Il franger d’onde

il cinguettio pieno

il treno che corre

il campanile che segna

nel rumore soave d’attimi

c’e’ quel silenzio invece

che oltrepassa il suono udibile

mentre corre dentro me

l’amplesso di pensieri ed anima

che paiono amarsi d’istante

accomunati dalla pienezza

d’un silenzio che riempie.

E…mi riempie d’emozione

quella indescrivibile amorosita’

che mi accorda le corde interiori

in un concerto soliloquio personale

che non ha termini paragone

con cio’ che d’udito e’ reale.

Il franger d’onde

il cinguettio pieno

il treno che corre

il campanile che segna

quasi che lo spostar d’un asse

nella soglia dell’udito che vibra

per moltiplicarsi invece l’accordo

con quello soffice essenza silente

mentre fruscio di vento

sposta il mosso d’intorno

rendendo piu’ chiaro il silenzio

che mi trasporta lontano…

 

  (272)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag