“Io sono”…

L’ego cosi’ proiettato

…dietro te o davanti a te

non e’ mai presente ora

quando quel “io sono”

e’ dimostrazione di bugia

nell’errata proiezione

interiore…verso l’esteriorita’

interiore…verso mai verita’.

Se il bisogno di qualifica

e’ solo rivolto al passato

e’ solo rivolto al futuro

e mai e poi mai all’adesso

c’e’ qualche cosa d’errato

che misura le proiezioni

di qualcosa che viene nascosto

nell’incapacita’ di viverlo.

“Io sono” dovrebbe essere

io ora…sono tizio

io ora…sono perche’ sono

io ora…sono quel voler essere

io ora…sono niente di prima

io ora…sono mai quel che sara’

io ora…sono pensieri che sono costruiti.

“Io sono” rappresenta l’individuo

quando crede d’essere rapporto sfasato

verso quel tempo che e’ gia’ andato via

verso quel tempo che e’ da diventare il dopo.

E…il momento che ora vivo dov’e'?

E…il momento che m’appartiene cos’e'?

E…il momento che ora e’ qui e’ me?

  (352)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag