Naufrago…

Quanto crescere puo’ essere

quel sordo dolore che affoga

nella perdita di vita

ogni volta che si oltraggia

quella naturale espansione

che solo l’anima sa dare

che solo l’anima sa patire

quando non si riesce a vivere

perche’ si mortifica la vita.

Offenderla ogni giorno

con quella forma di dinieghi

che sembrano obbliganti assai

di…far vittime se stessi

e pure chi osa amare te.

Si’…povero naufrago

si’…povero uomo

non saggio abbastanza di coraggio

per dire no davvero alla morte

in ogni si’ che non viene ascoltato

proprio da quell’anima sempre amica

d’ogni profondita’ negata

d’ogni grande dolore ricoperto

da melmoso percorso affogante

capace di essere distruzione d’apertura

ogni volta che deprechi te stesso

di quell’audacia necessaria

che ci vuole per essere vivi ancora.

E’ un augurio questo messaggio

che puo’ arrivare dove deve andare

per dare direzione a chi si e’ perso ancora…

 

 

  (227)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag