Progresso…

Quel progresso destabilizzante

nella solitudine universale

coperta da…dita velocissime

di chi ne e’ diventato schiavo

su quei telefonini usati a mo’ di pelle

portati come fossero Amore

ed amati…dal dire e…fare

ammaestrati per sopravvivere

nel silenzio d’anima inghiottente

dove neanche piu’ si dialoga

con la voce creata per parlare

con gli occhi che sono senza luce

nei volti ipnotizzati nelle mani

in quell’uso improprio che dilaga

come fosse cio’ la base della vita

d’un epoca proprio triste.

Tenerezza …pena…angoscia

ghiacciati da tanta arresa

morti viventi che si crogiolano

mentre nessuna reazione pulsa

d’un orgoglio della nostra specie

…la piu’ alta d’evoluzione

…la piu’ bassa d’involuzione

mentre si diventa pilotati

dal radar della deficenza

dove un cervello funzionante

in quel dieci per cento delle sue gia’ possibilita’

s’azzera pure di quella normale connessione

per annullarsi totalmente

nella classifica universale cosi’ inseguita.

Il mio cane e’ piu’ uomo d’un umano!

 

  (214)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag