Canterino…Costanzo Giuseppe.

La mattina d’alba

nel giorno che spunta

c’e’ canterino Giuseppe

che gusta la vita

nel canto rivolto a Napoli

cosi’ sentimento verace

d’un tempo splendore

accarezzando le parole

con quell’apertura di voce

ch’omaggia la napoletaneita’.

La mattina d’alba

e’ una ricerca di condivisione

dopo una notte solenga

che limita il trascorrere

d’un tempo ricordato assai

d’un amore ormai al di la’.

La condivisione e’ palese

fatta di senso strano

quasi paura del dopo

che il giorno passi felice

che il giorno sia pieno

che il giorno sia lucente.

S’allontana cosi’ l’ombra

nel canto a voce alta

quasi che cio’ che potrebbe essere

potesse sparire d’incanto

mentre il mare e’ l’infinito

di pace…augurata da me

piccola creatura ch’ascolta

il canto che viene dal cuore.

  (240)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag