Zombie…

Essere zombie

e’ la comodita’ palese

che dimostra invece

quanta poverta’ insana

afflige l’umano

che devia dal suo compito

per quella mai determinazione

d’obbiettivi sani d’amore

non insani di vuotaggine

che serve solo a far del male.

E’ un far male mirato

perche’ nel tempo della vita

sai con te stesso l’incapacita’

se sai essere coerenza di pienezza

oppure portatore di disagio

per quel bagaglio limitante

che diventa comodita’ distruttiva.

Ogni cosa sfiorata

…diventa oggetto

che va in ogni caso e modo

mai guardato per quel che e’

nella proiezione intensa

che puo’ essere anche un oggetto

che ha un’oggettivita’ reale

anche se ne scansi lo spessore

quasi come una pazzia di sguardo

che e’ incapace di cogliere

persino il palese che e’ li’

a ricordare quanto poco sei

se non guardi cio’ che e’…

 

 

  (219)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag