L’uomo spezzato…

Conoscenza d’anima

presuppone non accosto

alla personalita’ mistificatrice

nel doppio senso della realta’

quando conoscendo l’anima

non si capiscono a fondo

quegli atteggiamenti opposti

…dietro le imposizioni-recite

del personaggio senza anima

impersonificato dal soggetto

applaudito dalla massa

invidiosa pure della bravura esposta

perche’ riempitiva dei loro sogni

non avendo loro il coraggio

d’interpretrarli e…persino viverli.

Il soggetto anima

ha un suo nome

ha un suo spessore

ha un suo senso.

Il soggetto recitante

ha un suo nome…diverso dal vero

ha un suo spessore…diverso nel falsato

ha un senso..nel non senso tanto mistificato.

Si uniscono insieme nel corpo

anima e…senz’anima

divertendosi a fingere d’esser chissa’ quale dei due

mentre quando e’ se stesso…nel nascosto

e’ bellissimo e bellissimo

ed e’ dolore puro ed e’ angoscia dolorosa

ed e’ pianto d’infamia ed e’ fuga ad oltranza

ed e’ annegarsi d’odio ed e’ mortalita’ che cerca

ed e’ solitudine del baratro ed e’ uomo spezzato.

Il dolore interiore e’ un macigno

dove essere o non essere…personaggio oppure anima

perde la sua forza mentre s’uccide lentamente…

 

  (244)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag