Indefinitamente.


Sono felice

d’appartenere a me

è una goduria stragrande

quest’emozione di urlarlo.

Appartengo a me

in tutte le apparenze

di cui mi cibo l’anima

dal flusso e riflusso delle onde

alla musica che vola intorno a me

dallo sguardo che va oltre me

a quello che va dentro me

dalla culla da cui cresco

al divenire d’ogni istante

dal prendere respiro

al dare respiro.

Sono felice

d’appartenere a me

le mille carezze che ho

che cerco, che prendo, che rubo

le mille pensate che s’aprono

che crescono, che ritrovo, che rincorro

le mille arrese, le mille corse

le mille domande le mille risposte

le mille di tutta me

che pesa se stessa e riposa

prendendo dal mare la vita

e..dal mondo la morte

io grande e piccola

io che sono e non sono

io che sono felice d’essere

a volte neonata a volte bambina

a volte grande a volte..a volte

indefinitamente a volte..

 

  (372)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag