Opaco…

Il cielo non si vede

permeato da quell’opaco

che nasconde la luce

del sole che vuole trapassare

la coltre d’umido intenso

che pare s’attacchi dentro

nella sensazione d’occluso

che opprime l’interiorita’.

Uccelletti canterini

che sono festeggio di preludio

d’una primavera ormai li’

alle porte del cambiamento

sono allegri di gaiezza

che s’insinua al godimento

d’un inverno che pare lontano

nonostante il rumore del mondo

cosi’ frastornato di mancanza

nella vita cosi’ avara

di buone notizie allargate

verso la pace e non la guerra

dei popoli pieni di rabbie

che portano ad elargire

solo sconfitte all’anima

nel perduro di retaggio

d’un uomo combattente

che non sa piu’ la liberta’

che disconosce la sacralita’

d’un armonico unente

che potrebbe e dovrebbe essere

il sole che sempre illumina…

  (511)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag