Mentre diventi…

Muri e fili divisori

sono a guardia degli ego

nel piccolo mondo costruito

per poter aver illusione d’esistere

perche’ non e’ contestata mai

la paura della liberta’

in ogni opinione che diventa guida

allorquando si esce dal recinto.

E’ un recinto ben individuato

dove esiste solo il fallace

rivolto al singolo passato

mai evoluto in presente

quando rinascere nella presenza

ha capacita’ di consistenza

non piu’ arrampicata nel vittimismo

non piu’ accettabile perche’ trascesa

non piu’ usata come scusa per decantarsi

non piu’ bisognevole di menzogna esistenziale.

E’ un recinto ben forte

affondato nel dolore di piangersi addosso

resistente ad ogni richiamo diverso

nella mortifera illusione d’esser vivi

mentre in realta’ non si e’ capito niente

di realta’ parallele amiche

che strattonano i pensieri e poi le anime

nel sentirsi forse audaci di vita

dentro il respiro ampliato da richiami

verso l’effimero d’un muro e fili

ai cui limiti imparare la tua bellezza

mentre diventi forse uomo…

 

 

  (673)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag