La fatica…

La fatica ignobile

d’esser persona

non oggetti smarriti

non oggetti rifiutanti

per quella bellezza insita

cosi’ considerata miraggio

nel turbine del tempo

che scandisce comunque

il trascorrere usuale

che posiziona quell’oggetto

nella perdita mai dell’acquisto

di cio’ che devia di te stesso

per vivere il tuo tempo.

Non dare importanza

al tuo cammino in terra

sembra il modo di vegetare

nella condizione di non stima

che prende possesso di te stesso

nel non rinvigorire la capacita’

d’esser proprio diverso

da quegli obbliganti doveri

cosi’ catene che…imprigionati

cosi’ catene che…accomodati

si perde la facolta’ d’oltrepassare

lo stato di “braccati” dalla paura.

E’ paura della propria vita

e’ paura che paralizza l’anima

in modo che puoi da vittima non creare

quella successione d’istintuale …non capita

perche’  la fatica e’ ignobile…

 

  (211)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag