L’assurdo…

Quanto a volte e’ assurdo

l’umano che non si conosce

e…neanche vuole approcciarsi

a comprendere le sue azioni

nel calibrare la devianza

in quei disagi evidenti

che non hanno attenzione tale

da meritar dentro quel perdono

prima a se’ e poi verso l’incompreso

che certo aspetta solo d’esser capito

nella maniera poi di acquisire

quella pace necessaria per reggere

il disavanzo che si perpetua

proprio a causa dell’ignoranza

quella che sta non per stupideria

ma proprio nell’ignorare l’evidenza

quando e’ segnale che t’avverte

quanto si e’ lontani dalle mete

d’una vita un po’ piu’ degna

perche’ sei tu stesso degno di ricevere

perche’ sei tu stesso meritevole di doni.

Questa caparbieta’ perenne

sente quell’odio pulsare

nella rabbia verso te stesso

che poi rivolgi agli altri

con quella difesa all’infinito

nei litigi pure stupidi di senso

che s’imbastiscono senza capire

quanto sono rifugi di pregresso negativo

che si perpetua per pareggiare il disavanzo…

  (222)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag