I roghi…

Pendii bruciati dall’uomo

raccolgono un’immagine

che nel suo esistere

ripercorre il nerume della devastazione

appartenente all’umana specie.

Prepotenza della prevaricazione

rimane il rogo degli spazi

ormai neri come uomini

nella similitudine del confronto.

Pendii bruciati dall’uomo

rappresentano la morte umana

nell’impedire alla natura

il compito d’esistere viva.

S’uccide il verde amoroso

che nelle sue sfumature ampie

vuole solo vivere per noi

donando solo amore

donando solo armonia.

Pendii bruciati dall’uomo

son cio’ che rimane del bello

perche’ esso e’ sempre gratuito

mentre l’umanite e’ cio’ che degrada

la gratuita’ d’ogni spazio

la liberta’ d’ogni esistere

mentre il fuoco di disperazione

pare simboleggiare la paura verso la vita

nella vigliaccheria di gesti programmati

per distruggere comunque la vita

per dissolvere tutto cio’ che e’ di tutti…

  (167)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag