Sotto un tappeto…

E’ piu’ onesto dirle le cose

invece di…nasconderle

per poi farsi circondare di pensieri

che si depositano nelle scuse

…che si allargano di potenza

…che si limitano o meno

quando in realta’ sono li’

quei pensieri che fanno danno

arrecando solo infamia e dolore.

Non si ha mai coraggio

d’affrontare veramente la percorrenza

di quei disagi che nascondono

…le vere proprie nature

cosi’ fragili e solitamente dannose

per poter esser degni di vita

per poter esprimere a voce alta

…quel bisogno d’arrendersi

non perche’ si nasconde…sotto un tappeto

…la propria misura del saper ferire

…la propria sconclusionatezza intellettiva

che diventa…”sotto il tappeto”

…la reale ferita

quella che ci rende giudici degli altri

ma mai di se stessi attraversando un’onesta’

quella che…potrebbe far del bene

commisurata a tanto maltolto personale

mentre impoveriti dall’amore

s’agisce ferendo con la stessa spada uccidente

quella privilegiante occasione d’accorgersi

quanto non si perdona prima se stessi

e quindi…di conseguenza…nemmeno gli altri!

 

  (367)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag