L’Ulisse..

Lo sbatter d’onde

qui…vicino proprio

è come una musica

d’altra dimensione.

Potrei esser sirena

e…star sullo scoglio

a cantare

…per incantare

quell’Ulisse fuggente

che ordina a gran voce

di remare lontano.

La sua nave ha ali

…fugge nel vento

con la vela spiegata

mentre la fuga è salvezza.

La sirena sinuosa

ha un canto dolcissimo

incanto per chi ascolta

mentre una lacrima

dà sembianza al dolore

dell’Ulisse scomparso

nei flutti del mare.

La sirena con le braccia

…vuote d’abbraccio

aspetta che torni

e spunta…eccolo tornare.

E’ un tuffo nel mare

ritrovando nei baci

l’afflato del mondo

mentre l’umanità

si perde e va via…

  (203)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag