Caro infinito…

Caro infinito conosciuto

m’accingo a parlarti d’amico

quale tu sei presente sempre

ai miei moti variabili espressi

con la condivisione illusione

di parlare davvero ed ascoltata

nella sapienza di magia

che serpeggia nei fili invisibili

d’una vicinanza mai cosi’ vera

come ogni attimo consacrato

che hai fatto di ogni ascolto

la preziosita’ che unisce tutto

in quell’unica fine d’un destino

che porta ad amarci sempre

noi…con noi

noi…con gli altri

noi…con te.

Caro infinito cosi’ mio

depositario di tanto dialogo

quello pensato e mai detto

quello osato e mai espresso

quello immolato e mai realizzato

quello sognato e mai afferrato

quello urlato e mai silenzioso

quello mio e mai di tutti.

Io ti coltivo d’amore

parte Sacra del mio sentire

per quanto irraggiungibile sei

per quanto inafferrabile odo

per quanta gioia sei di vita.

 

  (320)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag