Pungente…

Il gelo pungente

non arriva a scaldare

nemmeno gli animi arresi

alla luce…persi cosi’

a ramengo cercando

la parvenza d’anima

ormai deposta altrove

nella falsa credenza

d’averla ormai perduta

d’averla ormai uccisa.

Il gelo pungente

cosi’ ardente d’attesa

nello scioglimento sognante

d’una stagione clemente

mentre quella vena di triste

e’ l’oltraggio alla gioia

e’ l’abuso di bellezza

quando si dimentica

in quel piegarsi al dolore

la scelta cosi’ feroce

del giusto risvolto interiore

cosi’ pronto a donare felicita’

nel cio’ che predispone l’umano

a dire solo quel grazie

nel sussurro delle parole

aprenti dolcezza non gelo

aprenti abbraccio non distacco

nel cambiare l’assetto interiore

quello di speranza ancora

che…tutto cio’ puo’ darti certezza.

 

  (283)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag