Rincorrere l’ombra..


La solitudine dell’uomo

è..così infinita

che è abitudine.

Non si prende visione

di tutto il finto creato

come stordimento e fuga

in un ginepraio infinito

accecati dall’infelicità.

Si rincorrono banalità

come fossero base di vita

con quei falsi valori

che rendono la rovina dell’uomo.

Io me ne accorgo di più

forse perchè la mia vita

è condotta sulla placidità

quella che non è scambio

nè nullità ma..pienezza.

E’ correre e correre rincorrendo

l’ombra d’essere uomini

come davvero spostarsi di continuo

a secondo della tua stessa ombra

senza mai rincorrere il vero te

Ciò è diventata talmente realtà

..la condizione del gioco

che..nemmeno si sa più

cosa è vero e cosa no

e..l’uomo divenne così

…l’ombra di sè

effimero traguardo dei tempi.

  (261)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag