Semmai…

Fruscio di foglie

tra alberi danzanti

riempiti di verde nuovo

nel perenne di ciclicita’

cosi’ segnante il tempo

alternante di fasi eterne

mentre cambiano gli assetti

nelle generazioni che s’alternano

nelle vite e nelle morti

d’un uomo che nasce per sparire

dando spazio al nuovo uomo

semmai ne avesse sapienza

semmai si rendesse conto

…d’essere per essere.

Fruscio di foglie

guardate con gli occhi colmi

d’una meraviglia estesa

verso la musicalita’ espansa

che il vento riempie di sussurri

che il vento apre di movimento

nel muto d’un attimo compiaciuto

dalla densita’ d’un emozione

…ch’appaga l’animo

riempendolo di grazie amico

capace di fermarsi a lungo dentro

nella compiacenza amorevole

che trasporta il vento verso l’animo

di me…delle foglie…della dolcezza

si’…quella che s’infila padroneggiante

nella misura di una piccolezza

trasformata in grande…

 

  (313)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag