Occlusione…

La vastita’ cosi’ incorporata

nella giusta apertura

che supera valenze limitanti

di concetti confezionati apposta

per legare quella vastita’

simbolo di un enorme spazio

condensato nel viaggio dentro

oppure…del viaggio fuori dai limiti

d’una capacita’ d’ampliare la vastita’ esigente

cosi’ da un varcare l’isolamento

d’esseri non preposti alla comprensione

perche’ incapaci d’esistere davvero.

Occlusione totale

rimane l’unico modo comodo

d’esser prigionieri nei limiti

d’esser bloccati dalla rete invisibile

che devia la considerazione diversa

d’un concetto base non acquisito

obbligante verso la cecita’.

Divieto di vita

pare l’uso comune omologante

che pone le  idee diverse

fuori da quella vastita’ che ci compete

perche’ noi siamo vastita’ nonostante

perche’ noi siamo illimitati nonostante

perche’ noi siamo non schemi confezionati

solo che…nessuno apre la vastita’

ma s’imprigiona da solo nel limitato

per sazio di conformita’ adattata

che devia la liberta’ persino di se stessi.

 

 

  (407)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag