Disegni di penna…

Il sole che gioca nel cielo

il grido d’un gabbiano felice

il mare cosi’ vasto da perdersi

il dondolio che s’alterna di ritmo

lo spazio che restringe il volo

il luogo che t’abbraccia d’amore

la vita che sussurra di senso

il silenzio che parla senza voce

gli odori che arrivano ad inebriare

e tu…disegni di penna l’istante.

E’ fermarlo dentro d’estasi

cosi’ che possa esser inquadrato

nella meraviglia da immortalare

come un dono che gia’ scartato

si manifesta nella sorpresa

perche’ ogni infinito viene racchiuso

con un senso d’allargamento

che paventa la parola cosi’ limitata

mentre assaggi ogni manifesta dimensione

delimitata d’oggettivita’ sentita

come una splendida occasione

di partecipare ad uno spettacolo

dove applaudire e’ cio’ che gratifica

quella meraviglia che si manifesta

come un miracolo che risplende

nell’orgoglio d’appartenere ancora

al mondo dei vivi capaci  di vita.

E’ un miracolo gustare la vita

di quei doni pregni di gratuita’

che e’ giusto fermarsi nell’estasi…

  (362)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag