Pare…

Pare cappello la densita’

cosi’ bambagia avvolgente

a mo’ di schermo proteggente

la cima del monte di fronte

con quell’evanescente umido

che si condensa come protezione

mentre il sole nascente

ne vivifica la fuga subitanea

come se fosse una riverenza

quello sparire che lento s’allontana

per scoprir la cima tonda

che non si piega mai sicuramente

nell’orgoglio del suo essere li’

a dimostrar la sua solaggine

senza che l’umile suo apparire

possa divergere l’opinione sua

d’esser guardiana nella sommita’

d’eletto compito ch’assolve.

Quanto insegnamento di maesta’

e’ quel silenzio che sovrasta

l’immedesimazione d’una linearieta’

nell’obiettivo apparire di bellezza

mentre la nebbia si dissolve

ed appare cosi’ quella cima rotonda

paragonabile ad una testa

quasi dissolta perche’ diversa

senza nefasti pensieri accomunati

all’allontanarsi da quell’insita anima

d’un monte solo ed appagato

piu’ di noi davvero perdenti d’anima…

 

  (227)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag