Perdita…

Perdere la propria dignita’

e’ reiterare quel non senso

ch’accompagna l’ignominia

del non coraggio a viversi.

Viversi e’ vitale

nell’oggettivita’ resa in se’

del senso stesso d’esistere

per un perche’ da scoprire sempre

ad ogni bivio che decide di te

l’acquisto d’una reale fattezza

nella soggettivita’ raggiunta

ogni volta attraverso spasmo

d’un dolore che ci appartiene

nella dividente realta’ postaci

come ogni volta…scegliere

non con un atteggiamento libero

cio’ che davvero e’ felicita’

mentre pensi con la mente

mentre non usi l’anima

mentre non si e’ attenti al ricordare

quelle legalita’ interiori

che guidano gli agire nella saggezza

d’un perche’ che riconosci

come un compito da seguire

per dare validita’ alla tua vita

mentre cresci d’un pezzetto

mentre capisci un po’ di piu’

e…ne rimani attonito e grato

perche’ ti e’regalata l’opportunita’

d’esser coerente al tuo essere unico…

 

  (211)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag