Per qualcosa…

L’orizzonte…cosi’ perimetro

d’un infinito che continua

oltre cio’ che s’individua

come se fosse ridimensionato

a qualsiasi possibilita’ conosciuta

che arriva a depistare il senso

di cio’ che puo’ essere d’ognuno

l’illusione d’una certezza

cosi’ ampia di variabili

nella costanza dell’immedesimarsi

nell’aleatorieta’ che si condivide

quando si diventa oscurati

per le ombre appartenenti

cosi’ vicine alle verita’

senza strumenti di capirsi

in quel dimenticare costante

del nostro esistere per qualcosa

senza deviare inseguiti dalle paure

di considerarsi fragili tutti.

L’orizzonte…cosi’ perimetro

pare guardare proprio ognuno

specie quelle barricate persone

che…neanche lo guardano

anzi…ad occhi ormai spenti

sentono solo rimorsi e poi rimpianti

quando nel loro solitario percorrere

s’inoltrano a mai essere degni

nella nostalgia della vita

cosi’ sfiorante ma mai vera di senso

mentre l’orizzonte e’ li’ a sussurrare…

 

  (272)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag