Lo zero…

Uccidersi l’esistenza

per…non accorgersi mai

di quante condizioni

sono le misure messe

per limitar la propria essenza

ad essere una degna corrispondenza

tra i bilanci facili

che arditamente…nella superficie

sono devastanti di valore

per quel tipo d’analisi accurata

come un elenco di piu’ e meno

che a confrontarli davvero

come risultato danno…zero.

Zero e’ l’iniziare

zero e’ riavvio

come un tasto da premere

per un avvio ideale di verita’

nella capacita’ a vivere

senza uccidere piu’

nel bisogno di negazione

precedente all’avvio.

Premere con quel ditino

l’avvio di un sistema nuovo

senza paura del botto “splasch”

che deturpa il coraggio di vita

nella chiusura del presente

che e’ protagonista d’ogni impulso

per quel ditino caricato di gioia

per sorprendersi ancora d’essere

…tanto avvio.

 

  (196)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag