Quel perpetuo…

Pare sempre…quel perpetuo

nel ritmo della vita

sussurrare la dolcezza

nella pienezza dell’istante

pronto a far trasportio

verso il senso d’un eterno

seguito dal fruscio soffice

d’una bambagia protettiva

che tampona ogni perdenza

con la consistenza invece reale

nel sommerso riapparente

d’una arresa al ritmo.

Leggerezza d’ali

pare comparire reale assai

nel tocco ritmico dell’intorno

che alza il sentirlo ai piani alti

…abbandono alla vita

…cadenza al piacere

…desiderio d’esserci

…svolazzo di magia

…assuefazione al circondoso

e dentro…bambagia soffice

dove trovare te stesso

beando il dondolio dell’anima.

E’ perpetuo rinnovato

nel ritmico d’una musicalita’

ubriaca di dolcezza nuova

d’un porsi vivo di fronte a te stesso

come uno specchio che ti riflette

…l’immagine della grandezza.

 

  (261)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag