L’inerzia…

Inerzia…falsata da movimenti

e’ quella stasi effettiva

nell’atteggiarsi a diventare

qualcosa che non puo’ essere

perche’ quel blocco reale dentro

ricopre quel non senso d’essere

qualcosa che puo’ cambiare

qualcosa che puo’ modificarsi

qualcosa che puo’ aspirare ad esistere.

L’inerzia…nel tempo e nel luogo

quando si nega l’istante

quando si coprono risposte

quando s’appartiene senza posa

ad un divenire forma senza vita

nel luogo che cerca d’essere

il fermo di uno spazio interiore

mentre il vagare non qualifica

il luogo che ti colloca

in quella forma che non c’e’

perche’ non puo’ esserci senza liberta’.

La liberta’ del luogo

e’ cio’ che posiziona l’aleatorio

in un contenitore limitante

nella paura d’espansione

d’una proiezione illusoria

ch’imprigiona invece d’ampliare

la propensione ad essere altro

che spaventa ed obbliga in inerzia

quella facolta’ inibita…

 

  (212)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag