Francesca…

Ondina del mare

d’ogni mattino d’estate

quando il sole sorge

e…l’acqua e’ solo trasparenza.

E’ cosi’…come sempre

la donna che ama il mare

e…prende da esso tutto l’amore

quello dell’individuazione eccelsa

del rapporto con se stessa

del connubio strano col mondo

che pare allontanato di netto.

E’…l’isola felice

per la sua anima anelante

che trova la sua dimensione

mentre i pensieri s’annullano

ridestando la voce di dentro

nitida come dettato

al quale bisogna inchinarsi

al quale deve riverenza

ogni volta che trova corrispondenza

cosi’…vicina all’assoluto.

Possa averne ricordo

nel riscontro con la realta’

d’un mondo molto distratto

che certamente non t’appartiene

che certamente non ti corrisponde

per quanta anima esiste in te

accantonata e poi ritrovata

ogni istante che l’infinito s’avvicina

e tu…non l’ascolti…

 

  (234)

One thought on “Francesca…

  1. Sul treno che mi porta a Torino penso all’incontro di stamattina.
    Grazie ancora per il tempo e per i versi che mi hai dedicato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag