Misure…

L’evanescenza d’un tempo

…della cui stranezza

anche l’uomo è invaso

…nella mutevolezza

…nel non sapere mai

cosa e come …è giusta

la prospettiva d’un andare

quasi a…cozzare

con la variabilità del divenire

dentro le vite d’ognuno

così sbalestrate d’insicurezza

che non è mai incertezza.

La differenza è sottile

anche se sembrano due realtà

quasi…l’una …dall’altra

quasi…una dipendenza

…di solo agire.

L’insicurezza è peggiore

perchè lascia intravedere

…una carenza di base

…una difficoltà palesata

nel non credere affatto

in se stessi…nel profondo..nel vero

quando invece l’incertezza

…non necessariamente

conseguente a…l’insicurezza

è ciò che…ti rendono gli altri da per sè

in base alle insicurezze stabili

di profondità…di sapere ciò che si è

e…fino a che punto si può tentennare

in quel divenire che rende…sicurezza… (293)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag