Alla mia amica..antica

La mia amica senza nome

è tutta presa..anche lei

dal bombardamento dell’inutilità

..è triste dentro

..è spenta e grigia.

Le sue rughe sono tante

ma…non sono rughe che si vedono

sono interiori..sono solchi

sono buchi d’anima le sue rughe.

Quanti sogni insieme

quante bugie che coprivo di te

a..giustificare quel tuo essere buia

anche allora eri spenta

mentre speravo che la vita

potesse regalare a te..sì..a te

..un amore grande come un sogno

..il coraggio grande di non piegarti

e..invece cara

i sogni son rimasti sogni

e tu ora..hai quelle rughe dentro

e..parlo ma tu..non mi capisci.

Forse mi guardi senza vedermi

e..dirai nella tua testa

ma..ho piegato me stessa

sono integrata

sono un sogno vero perchè reale

sono quello che vedete

una malata d’immaginario

e così..ho venduto pure il corpo

e..mi accontento di pensare..di me

che..ho male nel corpo mai nel cuore

che se usassi il cuore..non dovrei più dire

d’essere malata nel corpo

perchè non ho usato il cuore..

  (273)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag