La bandiera…

Bentornata dagli abissi

…il dolce divenire altro

mi dona la paciosità

così grandemente conquistata

con l’issar la bandiera mia

…bianca d’amore

sul pennacchio più alto.

E’ la bandiera del presente

non quella del passato

che quante volte prevarica

che quante volte devi cacciare

che quante volte rende dolore.

E’ la bandiera dell’anima

che ha ripreso possesso

d’uno spazio liberato

d’una grande ampiezza

che sembra inondare

di quanto ritmo denso

dentro le valli rotondeggianti

dentro le chiazze colorate

dentro il canto spensierato

che è lì…a render sazietà.

Lo sguardo è luccichio

insieme a quello del sole

dentro ciglia chiuse e sorridenti

che emanano sorriso denso

mentre quel colore dentro raggi

regala amore solamente.

Grazie è poco

…troppo poco.

  (226)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag