Il rifugio…

Il rifugio è la sacralità

perchè vai a cercare

…ciò che ti serve per campare.

Attraverso il rifugio

cerchi la tua forza

cerchi la parte dell’anima

quella vera..quella che t’appartiene.

Il sacro spegne

..la parte maledetta d’ognuno

rendendoci il sacro personale

che è la dimensione più nascosta

più piccola e..infinitesimale

che non piace scoprire.

Attraverso il gioco della vita

prendiamo in giro

…gli altri e noi stessi

perchè in entrambi i casi

non scopriamo mai

…chi realmente siamo.

E’ un rincorrere i fantasmi

..che siamo noi.

Noi fantasmi che rincorrono

…il reale.

E’ tutto al contrario.

L’uomo insegue il suo fantasma

l’uomo insegue la sua ombra

e…tutto ciò fino alla morte

quando ci impossessiamo di noi

poichè la morte spezza la corsa

e..ci rende la verità.

La morte ci rende persone

e..forse ci rende l’eguaglianza

poichè non si deve più giocare

è…la fine del massacro

…di vivere

quasi che fosse la signora morte

così prepotente

…narcisista

..la bilancia che ci pesa

e sì…sembra giudiziosa

e..invece vuole giudicare

come una moralista a perdere

che sta lì a dire

o forse di noi in realtà

…ci ignora

…ci lascia perdere

siamo solo energia che è finita

che…non serve più.

Allora forse è meglio giocarla

al pieno di tutto

questa vita così densa ed oscura

questa vita così tradita e bugiarda

questa vita che ci fa tribolare

che ci fa cercare e..credere

che ci rende schiavi e padroni

e che ci fa urlare di gioia e dolore

e..che ci rende tutti pazzi o saggi

ma…che..alla fine

c’appartiene e…alla fine mi dico

cerchiamo di non sciuparla

ma di viverla anche se

…ombre o fantasmi

per mano… siamo nulla e trasparenza

ma..ognuno è ciò che è…. (122)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag