D’un mare diverso…

I mille colori

…nei toni pacati

d’un mare appaciato

…dopo tempesta

è…l’invariabile blu

…nei tanti diversi blu

che ora si allargano

circondando la baia.

In fondo c’è ancora

…un frantumo d’onda

che percuote la roccia

quasi indifesa e silente

mentre si erge dall’acqua

quasi regina sovrana

…del suo re infuriato

in una foga di forza

piena e spumosa d’altro.

E’ statica l’isola percossa

…da impeto liberato

che ancora è lì

…ad esprimere

la rabbia d’un mare di rabbia.

Il rotto silenzio

è solo l’ascolto delle onde

che…anche così…da lontano

sembrano dominare l’incanto

recando il moto d’amore

in quel porgere amore

alla sua isola ferma

che aspetta soltanto

la furia del mare… (324)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag