Come chissà…

Lo specchio d’infinito

sembra così innaturale

…di quel colore strano

quando vuol arrivar

…la pioggia.

E’ la sospensione d’irreale

che tende a prendere

persino un infinito

che si spiega così bene

in quell’immenso travolgente.

Dentro me è attesa

come se…nell’interiorità tutta

ci fosse…dopo tutto

quel perchè inspiegabile

che guida ulteriormente

anche quando sembra

…l’attimo di staticità

percorrere come un flusso suo

…le pieghe del sentire

in un’armonia d’afflato

…tra me e lo specchio.

Unite sono le due sacralità

che sembrano l’una

…dentro l’altra

completare un ciclo

pesando solo la qualità

d’una specchiosità altra.

Lo specchio d’infinito

…è dentro me

mentre lo guardo e sono serena

come chissà che fosse… (281)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag